Grandi Libri - Grandi Film

Da: Enrico - Categoria: News
Grandi Libri - Grandi Film

Da sempre i più grandi registi prendono spunto dai libri per le loro opere cinematografiche.

Nella maggior parte dei casi si affidano a testi che hanno avuto una buona vendita o che comunque hanno avuto ottime recensioni da parte dei critici letterari.

Non sono da meno però i film tratti da testi poco conosciuti o di nicchia che cercano fortuna tra i bestseller.

Di seguito una lista delle prossime uscite.

L’Arminuta  regia: Giuseppe Bonito Tratto da: il romanzo omonimo di Donatella di Pietrantonio (Einaudi)

Trama: siamo nel 1975, quando la protagonista, una ragazzina di tredici anni, viene riportata dalla famiglia a cui non sapeva di appartenere, perdendo così la vita da figlia unica che l’aveva cullata fino a prima, trovandosi a dover condividere l’affetto e lo spazio di una piccola casa con altri cinque fratelli

La Tigre bianca regia: Ramin Bahrani. Tratto da: l’omonimo romanzo di Aravind Adiga (Einaudi), vincitore del Booker Prize 2008, pubblicato in Italia da Einaudi con la traduzione di Norman Gobetti.

Trama: nell’India moderna, Balram, un giovane ragazzo ambizioso, riesce a diventare l’autista dei facoltosi Ashok e Pinky. Cresciuto con convinzione di dover adottare un comportamento da leale servitore, scopre che i nuovi datori di lavoro sarebbero disposti a rovinare il suo futuro per mantenere la loro vita così come’è. Da questa rivelazione Balram troverà la forza di ribellarsi al sistema corrotto e ingiusto di cui ha sempre fatto parte.

Le Assaggiatrici regia: Cristina Comencini. Tratto da: l’omonimo romanzo di Rossella Postorino (Feltrinelli) vincitore di molti premi tra cui il Premio Campiello 2018.

Trama: Rosa Sauer è una delle dieci assaggiatrici di Hitler, donne che ogni giorno, tre volte al giorno, sono obbligate ad assicurarsi che il cibo del dittatore non sia stato avvelenato. Queste donne, costrette ad affrontare la paura di morire ogni giorno, intessono relazioni, diventando amiche e rivali.

Il bambino nascosto regia: Roberto Andò. Tratto da: il romanzo omonimo di Roberto Andò (La Nave di Teseo).

Trama: Gabriele Santoro è un professore di pianoforte al conservatorio. Quando un giorno apre la porta di casa all’arrivo del postino, un bambino di dieci anni si intrufola in casa sua. Si tratta di Ciro, figlio dei vicini di casa, appartenenti alla camorra. Gabriele decide di nascondere il bambino, che tace riguardo al motivo della fuga.

Lei mi parla ancora regia: Pupi Avati. Tratto dall’omonimo libro di Giuseppe Sgarbi (Skira).

Trama: Nino e Caterina sono felicemente sposati da sessantacinque anni. Alla morte di Caterina, la loro figlia Elisabetta decide di assumere un editor che possa trasformare i ricordi di Nino in un romanzo sulla storia d’amore dei genitori. Il rapporto tra Nino e Amicangelo, l’editor, dopo divergenze caratteriali si trasformerà in un’amicizia profonda.

Security regia: Peter Chelsom. Tratto dall’omonimo romanzo di Stephen Amidon (Mondadori).

Trama: un thriller che si svolge in un piccola cittadina dove tutti si conoscono. La figlia dell’ubriacone del paese, arrestato per sospette molestie pedofile, accusa di tentato stupro il ricco newyorkese che possiede la tenuta più grande di tutta la zona. Mentre la polizia ritiene che si tratti di una strategia per coprire il padre, il responsabile dei sistemi di sicurezza installati nelle case della città scoprirà una verità che cambierà la vita a molte persone.

La scuola cattolica Regia: Stefano Mordini. Tratto dal romanzo omonimo di Andrea Albinati, vincitore del Premio Strega 2016 (Rizzoli).

Trama: nella Roma degli anni ’70, in un quartiere residenziale si trova una scuola cattolica maschile frequentata da figli di famiglie borghesi. Nello stesso periodo la città è scossa da tumulti politici, da cui le famiglie pensano di poter allontanare i giovani tramite una rigida educazione. Nella notte tra il 29 e il 30 settembre del 1975 però il delitto del Circeo sconvolge Roma: i responsabili del crimine sono ex studenti proprio della scuola cattolica. Edoardo, che la frequenta, cerca di raccontare il clima che ha portato a quegli eventi.

Chaos walking Regia: Doug Liman. Tratto da: l’ominima trilogia di science fiction. In particolare si tratterà dell’adattamento del primo volume La fuga di Patrck Ness (Mondadori).

Trama: Todd è il primo a scoprire Viola, una misteriosa ragazza che atterra sul suo pianeta, un luogo dove tutte le donne sono scomparse e gli uomini soffrono di un disturbo che fa sì che tutti i loro pensieri vengano mostrati. La vita di Viola è in pericolo, e nel proteggerla Todd scoprirà il suo vero potere e i segreti del suo pianeta.

Condividi

Aggiungi un commento