Cinematografo, medium elettrico nell'Italia che cambia. Cinema e società nelle Marche del primo '900 (Il)

Riferimento: 9788846497901

Editore: Franco Angeli
Autore: Verdarelli Paolo
Collana: Cultura della comunicazione
In commercio dal: 15 Maggio 2008
Pagine: 176 p., Libro in brossura
EAN: 9788846497901
22,00 €
Quantità
Non disponibile

Descrizione

Il libro vuol essere un contributo alla storia sociale del cinema. Il tema delle origini viene qui affrontato nel contesto non già della grande città italiana ma della provincia marchigiana del primo '900. Seguendo le tracce del cinema, si snoda un percorso della memoria collettiva ed emergono i tratti della società rurale marchigiana nello storico passaggio al '900. La società locale, pur stretta intorno ai valori della tradizione (il campanile, il dialetto, la terra, la comunitas), si apre alle sollecitazioni del nuovo che avanza e cerca di assorbirne i tratti dominanti. La nascita del cinematografo si colloca in questo clima di euforia segnato dalla fiducia nella civiltà elettrica, in anni in cui le applicazioni della luce sembrano dischiudere un futuro di progresso alla periferia del Paese. Anche il cinema è figlio dell'elettricità e del '900. È quindi un fattore di cambiamento, un potente acceleratore della vita collettiva: non una semplice tecnologia dunque, ma un mezzo di comunicazione di massa che produce importanti effetti sociali.